incontri

Da più di dieci giorni le nostre ruote girano sulla linea dritta d’asfalto della nazionale, la strada costiera, l’unica, che attraversa il Sahara Marocchiono. Le colonnine che indicano le distanze dettano il ritmo delle pedalate ed è ginnastica per i nostri colli, soffia forte un vento trasversale da nord est che non si capisce se ci aiuta od ostacola. E` in questo ipnotico movimento che nella linea dell’orizzonte fa il suo ingresso un puntino che man mano che i km scorrono si fa sempre più figura;le distanze nel bianco diffuso dall’umidità del deserto sono un miraggio incalcolabile di rifrazione.
A 500 metri di distanza da questo ennesimo traguardo volante ho la certezza: è l’uomo con la cariola!

DSCF4555

Rayan una decina di giorni fa ci aveva avvisato con un email e dopo di lui molte altre le persone che ci segnalavano a presenza di questo personaggio da mito, ognuno con la sua descrizione, man mano più ricca di dettagli e parabolici racconti.

Pierre, 70 anni suonati come lui, pochi dentini che faticano a trattenere la veloce lingua, parla molto, si racconta; una camionetta dei militari passa e loro sorridono divertiti dal nostro incontro, noi foto di rito e scambio contatti.

Non ho il tempo per raccontarvi di tutti gli incontri, dei viaggiatori che incrocio, di quelli con cui condividiamo qualche giorno pedalando, degli alti che con furgoni, camper, moto che ci aiutano rifocillandoci… sento pero’ la necessità di condividere con voi l’emozione di conoscerli, di seguirli e perché no di supportarli moralmente: perché infondo un viaggiatore, per quanto solitario sia come l’amico Pierre, si nutre oltre che della sua azione anche del vostro stupore, entusiasmo e supporto.

Per questione di coerenza di linea in questa carrellata di viaggiatori incontrati in questo viaggio vi presento solo con quelli a forza motrice biologica!
L’amico Tunisino Rayan Oues Cyclotripping

L’amico Olandese, ciclista scollegato dalla lunga esperienza Jacob

Gli amici del Canada francese vagabonds a velo

DSCF2424