Cos’è

“L’idea era semplice: partire in bici, pedalare, incontrare persone, organizzare cene ed in questo modo finanziare un progetto di cooperazione”

Pazzodaviaggiare è un azione di promozione sociale a pedali.
Un percorso iniziato nel 2010 da Andrea Campanella, cuoco vicentino che ha deciso di mollare tutto e partire in viaggio con la bici,  tenda, sacco a pelo e solo 200 euro in tasca.
image

Il suo slogan è [tu per me, noi per loro]

imageFine ultimo del progetto PdV è la raccolta di fondi per la cooperazione internazionale  per soddisfare i requisiti minimi di sussistenza:

L’accesso ai beni primari, alle informazioni, alla libertà d’espressione, alle pari opportunità.

_____________________________________________________________________________________________________________________________
Pazzodaviaggiare sostiene la piccola [dice lui] ICIO ONLUS.
Sono lieto di invitavi a visitare il sito dell’opera di Maurizio, li troverete tutte le delucidazioni tecniche,
il calore dell’Africa, e l’energia emanata dal sig. de Romedis, Maurizio
____________________________________________________________

 

imageNoi siamo gente seria !

 

Estratto dell’ultimo post, Taveta La pazzia finale, Kenia 3 giugno 2016

Gira, gira di qua, con quello che succede c’è bisogno di lasciarsi andare, con quello che accade non è che puoi chiederti se esiste una strada giusta, c’è bisogno di seguire l’ispirazione, di coraggio, di voglia di vivere, d’umana realità.
9000 km ed anche l’ultimo confine è superato e tutto é differente, attraversiamo il cancello, la polvere si alza e ci si ritrova a camminare per non cadere a terra, le emozioni si mescolano, il cuore non sa se battere veloce per l’emozione o fermarsi per non far rumore.

L’agognato Kenya, Taveta nel distretto della regione costiera é qui sotto le ruote delle nostre bici  […]

PazzodaViaggiare finisce qui a Taveta, in quest’area sono stati scavati i 7 pozzi d’acqua finanziati in questi 6 anni di viaggio.
Sono partito da Vicenza nel 2010 con 200 euro in tasca, la mia bici, una tenda e quattro stracci…
Decine di migliaia di km: arrivi, partenze, ritorni ed arrivederci… migliaia di pagine bianche riempite e girate; persone incontrate e perdute… ti ritrovi senza fiato, da perdere la testa per l’amore che ricostituisce ed ancora…

Io vi saluto qui, questo è l’ultimo post di questo blog, l’ultima pagina da sfogliare…

Ma non preoccupatevi, di sicuro il settimo non sarà il nostro l’ultimo pozzo d’acqua, di quelli speriamo di poterne ancora realizzare molti, con li vostro aiuto naturalmente, per questo motivo preparate le forchette ed il portafogli, noi ci riorganizziamo e torneremo presto a prepararvi da mangiare

dscf5246-copy